FREE SHIPPING TO ALL EUROPE ON ORDERS OVER 50 euro

Rinascere grazie allo sport

Rinascere grazie allo sport

Incontriamo questa donna per la prima volta nei nostri uffici a Lugano, in una splendida giornata di sole. Dopo qualche mese di contatto virtuale, abbiamo il piacere di conoscerla di persona!

Apriamo la porta ed ecco un‘espressione seria e gioiosa insieme.  L’espressione di una tosta, che ha dovuto combattere battaglie, ma che ce l’ha fatta.

Sabrina, una bellissima donna minuta, di una determinazione incredibile, ci racconta subito che la fatica è sua amica, che bisogna conoscerla ed affrontarla. Che non è una questione di competizione con gli altri, ma con noi stessi, con i nostri limiti. 

Qualche anno fa, in una giornata d’estate, al lago con amici, suo marito disse qualcosa che le resterà sempre impresso: “sono davvero felice, non potrei esserlo di più, ho tutto quello che avrei voluto ottenere dalla vita ”. 

Poche ore dopo, accadde un tragico incidente che da quel momento avrebbe cambiato le loro vite completamente.

Davide, marito di Sabrina, rimane tetraplegico. Dopo l’incidente e mesi di ospedale, un periodo buio , privo di stimoli e di voglia di vivere, che solo lo sport e la forza dei due riuscirà a risolvere.

Il racconto di Sabrina è cosi poetico che ci è rimasto in mente e ci sembra di averlo vissuto. È il momento in cui, nel 2012, scopre il triathlon. 

Nizza, all’alba, cielo coperto, tanto movimento e un pubblico di persone che guarda degli strani atleti con una muta sulla spiaggia. Si sente una sirena , il gruppo di atleti corre e si tuffa in mare. Era un Ironman. 

Quella scena fa scattare un interruttore bloccato da troppo tempo e Sabrina prova improvvisamente un senso di energia. Nasce cosi il suo amore per il triathlon che diventerà il suo stile di vita e il modo più sano ed efficace per scaricare le sensazioni negative, la rabbia. “Lo sport di resistenza mi stanca molto, ma nello stesso momento mi carica emotivamente.  Puoi fare qualsiasi cosa quando c’è consapevolezza delle tue potenzialità. I limiti che per la gran parte sono solo mentali, possono essere superati e ciò che pensi impossibile può diventare affrontabile. Perché lo sport è la migliore terapia per acquisire forza fisica e mentale.”

“Cosa mi aiuta di più ad arrivare alla finish line o alla fine di un allenamento lungo di 6/7 ore?

Mio marito che dalla carrozzina mi urla “fai andare quelle gambe!” - e tutti ci prendono per pazzi – e il pensiero di quello che mangerò dopo la gara. La pizza, il gelato o la parmigiana della mamma sono quei cibi che mi rendono così felice da caricarmi, specialmente in gara.”

Iniziamo cosi' a scherzare e a chiederci se il cibo sia una fissa di tutti o solo nostra. E subito realizziamo che tanti preferiscono di gran lunga la birra come recovery drink

Tra scherzi e risate Sabrina ci dice una cosa molto importante che ripete a tanti dei suoi amici triatleti e non: Attenzione! Più ti alleni e più il tuo corpo è stressato. Non puoi pensare che – visto che ti alleni tantissimo e bruci altrettanto- puoi mangiare tutto quello che vuoi, anzi! Devi prestare ancora più attenzione e seguire un piano alimentare molto specifico e bilanciato per il tuo carico di allenamenti.

Ha proprio ragione e  il suo pensiero rispecchia appieno la nostra filosofia.

E voi, seguite un piano alimentare equilibrato? Siete soddisfatti della vostra integrazione sportiva? A cosa pensate quando vi allenate? 

Sarà bene arrivare preparati alla Race Across Limits , iniziativa charity di Sabrina, che parte oggi, perché si pedala sul serio! 



2018 © Naturalea SA. All rights reserved.